Formazione dell immagine al microscopio ottico

I microscopi da laboratorio (detti anche microscopi ottici sono uno strumento microscopico che utilizza la luce per eseguire il sistema ottico per acquisire un'immagine ingrandita dell'oggetto osservato. I microscopi si concentrano principalmente sul gruppo ottico, da pochi a una dozzina circa.

Dove sono impiegati i microscopi?I moderni microscopi da laboratorio sono usati nel potere della scienza per studiare oggetti estremamente piccoli. I microscopi professionali sono utilizzati nei test biologici, biochimici, citologici, ematologici, urologici e dermatologici nei laboratori clinici di varie istituzioni mediche. In biologia vengono utilizzati, tra gli altri, microscopi di laboratorio in studi microbici e controllo della morfologia cellulare e tissutale. Le discipline scientifiche che pagano per queste domande sono la microbiologia, l'istologia e la citologia. E nel campo della chimica e della fisica, i microscopi sono diretti alla cristallografia o alla metallografia. I geologi li usano per analizzare la costruzione di rocce.

Ingrandimento dell'immagineI tradizionali microscopi da laboratorio che utilizzano luce naturale o artificiale nella sequenza ottica (a volte indicati come microscopi ottici, vengono anche utilizzati nell'educazione come strumento educativo che supporta durante le attività di pensiero rigoroso. L'oggetto testato viene testato direttamente dall'oculare sullo schermo monitor grazie all'utilizzo di un adattatore di proiezione. Il limite fisico massimo dell'ingrandimento dell'immagine nei microscopi ottici è accurato dalla risoluzione angolare dell'obiettivo, che è associata alla lunghezza d'onda della luce, con cambiamenti nella chiarezza dell'immagine corrispondente alla precisione dell'obiettivo. I primi microscopi da laboratorio hanno consentito un ingrandimento dieci volte, operano nei moderni microscopi ottici e possono essere ingranditi più di mille volte.