Valutazione del rischio di esplosione per la verniciatura

Il workaholism è una pura dipendenza mentale. Rivela il bisogno costante di costruire i suoi obiettivi, il cui successo trascura la famiglia, gli amici, il riposo e anche il sonno. Certo, il lavoro è il vero punto di vita di ogni dipendente. Di conseguenza, il workaholism è una dipendenza che non si attacca all'imbarazzo. Ma quando riconoscerli l'uno accanto all'altro?

Il workaholism è caratterizzato da un grande bisogno di lavoro quotidiano. I pazienti trattano ogni momento arbitrario come un tempo morto. Poi sentono disagio e cattivo umore. Spesso si tengono nei loro uffici dopo l'orario di lavoro e regalano giorni e giorni liberi. Questo è il motivo per cui trascurano la famiglia, i partner inoltre non attingono a nessun intrattenimento né conducono le loro debolezze e il loro coinvolgimento. Molto spesso, porta a mal di testa costanti, nausea, stanchezza e interviste all'attenzione e al sonno.

Per facilitare il trattamento, vale la pena trovare il motivo di questo problema. Solitamente dipendenti sono i perfezionisti tipici. Ci sono grandi ambizioni e vogliono fare tutto perfettamente, molto bene, senza difetti. Molte donne hanno anche l'opinione che il workaholism possa essere associato a un senso di autostima. I dipendenti spesso potevano essere stati problemi materiali in passato, e oggi dipendono da come usare saggiamente la loro posizione per aumentare le loro entrate.

Il workaholism, come tutta la dipendenza psicologica, ha effetti negativi familiari. Paradossalmente, c'è una diminuzione dell'efficienza e della produttività. I maniaci del lavoro sono sovraccarichi della costante esecuzione dei loro compiti, quindi non si rendono conto del fatto che stanno davvero perdendo molto tempo, ad esempio prendendosi cura degli affari e pensando a tutto. Il peggior effetto collaterale è quello di perdere il controllo sulla propria vita, motivo per cui i tossicodipendenti devono necessariamente optare per la psicoterapia umana.